Le 10 Regole

DI SEGUITO, LE 10 REGOLE FONDAMENTALI DA SEGUIRE PER DIVENTARE UN VERO SCOMMETTITORE.

 

1) Ricordarsi sempre che si parte da sconfitti contro i bookmakers. Ogni soldo scommesso è, prima di tutto, un soldo perso. L’unico metodo certo e matematico per non perdere è non giocare. Scommettendo vi mettete in gioco. Una giornata in pareggio è sempre sinonimo di mezza vittoria che mezza sconfitta.

2) Giocare sempre pensando che siano gli ultimi soldi nel conto/portafogli.

3) Non giocare mai lo stesso esito della stessa partita in più di una schedina (eccezion fatta per metodi che prevedano ciò. Comunque sempre meglio evitarli questi tipi di metodi): se vi dovesse fregare proprio quella, oltre al danno, ci sarebbe pure la beffa.

4) La copertura deve essere la seconda pelle.

5) Eliminare la parola “sicuro” (e sinonimi) dal vocabolario. La quota bassa non vuol dire esito sicuro. Come l’età nell’amore, la quota nelle scommesse è solo un numero. Se volete qualcosa statisticamente più probabile, ma non per questo più sicuro: eliminate anche la parola “multipla” dal vocabolario. SINGOLA è la risposta alle vostre domande.

6) Ogni partita, ogni errore deve essere d’insegnamento. Prima di capire davvero il senso della frase “una partita finisce solo dopo il triplice fischio” dovrete (come minimo una volta) perdere per un gol nel recupero.

7) Volersi subito rifare, dopo aver perso, può rivelarsi controproducente. Non bisogna mai perdere il vero obiettivo delle scommesse: il divertimento. Non lasciate che diventi un problema grave.

8 ) Tenere lontano la propria fede calcistica quando si pensa a cosa giocare.

9) Sapersi regolare con le spese soprattutto con i metodi che prevedono il rincaro dell’importo: la rovina è sempre dietro l’angolo.

10) Confrontarsi con altri è positivo. “Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela ciascuno. Ma se tu hai un’idea, ed io ho un’idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.” (George Bernard Shaw)
Tuttavia non bisogna mai giocare per sentito dire. Non affidate mai i vostri soldi al popolo.
Giocare con la testa, ma soprattutto con la propria!

About the Author